Seduto ad aspettare che un giorno qualcosa cambi …

Seduto ad aspettare che un giorno qualcosa cambi ...

Hai mai visto un toro … seduto?

No, non sto parlando di Toro Seduto, il capo indiano che ha fatto la storia degli indiani d'America annientando le truppe del Generale Custer.
Sono tante le persone che - al contrario del fiero e temerario capo indiano - hanno un atteggiamento da… toro seduto.
Non è un gioco di parole! La definizione di toro seduto è un ossimoro, la figura retorica che esprime una contraddizione accostando due parole di significato opposto (es. ghiaccio bollente, silenzio assordante, vacanza di lavoro).

Come può un toro, la massima espressione della forza, stare incollato ad una sedia? Alzi la mano chi di noi nella sua vita non ha vissuto almeno una fase o un atteggiamento da toro seduto.
Come lo si riconosce?

Quando la vita che fai non ti appaga pienamente
Quando ti senti bloccato e insoddisfatto
Quando pensi di voler fare mille cose, di avere tante possibilità di scelta, ma… resti immobile
Quando ciò che cerchi ti appare davanti agli occhi, pronto per essere colto, ma … rimandi ad un altro momento
Quando, per dare un senso a tutti questi pensieri inefficaci, ti dici:

Penso troppo
Non so esattamente cosa voglio
Ormai la mia vita è impostata in questo modo
Ho tanti interessi che mi distraggono
Ho paura di scegliere una strada e poi pentirmi 
Sono stanco di aspettare
Ho bisogno di tempo
Vado sempre di corsa, non riesco a fermarmi 

E intanto la vita scorre, il mondo va avanti lo stesso senza di te e tu sei immobile, seduto, a fantasticare.
Hai una parola per definire tutto questo? Te ne suggerisco una: PALUDE.


E' arrivato il momento di alzarti e gettarti nella mischia!


Il primo passo per metterti in piedi tocca a te. Sappi che sei stanco di aspettare, nessuno verrà a toglierti via da quella confortante sedia.
Al di là di tante parole, c'è una voce dentro di te che ti sta chiedendo di prenderti in mano la tua vita e reclamare la tua parte di felicità. Sei in grado di sentirla?
Mettiti in ascolto di te. Come? Ascolta i tuoi bisogni, rispetta i tuoi desideri, definisci le tue priorità.
Intanto puoi iniziare con un esercizio semplice ma molto potente: impara a dire NO.
Osserva quante volte nella tua giornata hai detto SI' quando in realtà non eri d'accordo. Fai un elenco, giorno per giorno, tienilo sempre a portata di mano, e annota tutte le situazioni in cui hai abdicato al tuo volere, comprese quelle che ti sembrano marginali.
Se lo fai con costanza e attenzione, i risultati potrebbero sorprenderti!

 

 

Clicca "Mi piace" se ti è piaciuto quest post