La tempesta delle emozioni

LA TEMPESTA DELLE EMOZIONI

Come nascono e cosa ci accade mentre le proviamo

 

Foto per buppblicità FB

Le emozioni sono fondamentali perché influenzano le nostre azioni quotidiane in ogni aspetto della nostra esistenza.
Ogni emozione che proviamo è frutto di una tempesta perfetta, ovvero un meccanismo molto complesso che poggia le sue basi sia a livello fisiologico che a livello neurologico di un individuo.

Semplificando, possiamo definire l'emozione come la risposta che diamo ad una situazione che si verifica. Questa risposta emozionale si verifica a tre livelli: vegetativo (il nostro corpo), ormonale e comportamentale.
Per parlare dell'aspetto vegetativo dobbiamo chiamare in causa il sistemanervoso autonomo, ossia quella parte del sistema nervoso che si occupa di far funzionare correttamente tutti gli organi e i muscoli le cui attività sono indipendenti dalla nostra volontà.Infatti, il cuore batte, l’intestino completa la digestione, le ghiandole secernono i loro prodotti mentre noi non ce ne accorgiamo. La situazione è sempre sotto controllo grazie al sistema nervoso autonomo.
Questo sistema si scinde in due parti: il sistema simpatico e il sistema parasimpatico. Il sistema simpatico predispone all'azione, il parasimpatico al riposo.
Un esempio di come lavora il sistema simpatico è la situazione di pericolo, in cui il corpo reagisce molto rapidamente e spesso prima ancora che noi abbiamo pensato a cosa fare. Il sistema simpatico provvede alla nostra sopravvivenza preparando il corpo alle reazioni di fuga o di combattimento, e lo fa senza ‘badare a spese’. Infatti, sotto l'azione del sistema simpatico, l’organismo consuma molta energia: le pupille si dilatano, il battito cardiaco accelera (in modo che ai muscoli arrivi più ossigeno), la pressione del sangue aumenta e i polmoni fanno passare più aria. Il sistema digestivo invece si ferma: non c’è tempo di pensare al cibo nelle situazioni di emergenza! Il fegato però converte il glicogeno di riserva in glucosio per fornire energia. Diminuisce anche la produzione di urina.
Un esempio, come reagirà un cane in presenza di un intruso? Il suo battito cardiaco aumenta e gli organi digestivi convogliano il sangue verso i muscoli, per potenziare il corpo in vista di un pericolo.
La componente ormonale di un'emozione consiste nel rilascio di ormoni, quali adrenalina e noradrenalina, che hanno la funzione di rafforzare la risposta vegetativa, attraverso un ulteriore aumento dell'afflusso di sangue verso i muscoli e stimolando la conversione del glucosio presente nel corpo in sostanze nutritive, dirette soprattutto ai muscoli.
La componente comportamentale della risposta emozionale consiste nella messa in atto di quei movimenti necessari a far fronte alla situazione stimolo. Restando nell'esempio, cosa farà il cane per spaventare l'intruso e mandarlo via? Per difendere il proprio territorio aggiusterà la sua postura e l'espressione del muso, in modo da mostrare rabbia, ringhierà.
Concludendo, ogni emozione chiama in causa tre elementi: il corpo, gli ormoni e il comportamento.



 

Clicca "Mi piace" se ti è piaciuto quest post