Imperfette, dunque … belle!

Imperfette, dunque belle!

Imperfette

 

Perfezione addio.

 

Era ora! 

Sembra proprio che i nostri modelli culturali stiano finalmente  arrivando ad accettare il binomio imperfezione = bellezza. 

Da oltre oceano ci giunge la notizia che una casa di produzione di intimo per donna ha deciso di non assoggettare più le foto dei corpi delle modelle al ritocco di Photoshop. (leggi l'articolo)

La campagna pubblicitaria per l'estate 2015 è stata improntata a mostrare biancheria intima e costumi indossati da donne "normali" che non hanno nascosto le smagliature, la pancetta  e altri "difetti" che in genere le donne tendono a occultare. E' stata un'idea vincente. Le consumatrici hanno grandemente apprezzato il nuovo approccio e i consumi sono aumentati vertiginosamente! 

Del resto, volete mettere la soddisfazione di vedere un costume che ci piace, indossato da una nostra simile piuttosto che da una "dea"  irreale dalla taglia 40 e un corpo così setoso e liscio da far concorrenza ad una bambola?  

Un altro bel segnale dell'inversione di tendenza dei canoni estetici femminili è l'esplosione del fenomeno delle modelle cosiddette "curvy", ossia "in carne". Donne che non sono più costrette ad azzerare la propria femminilità in abiti mortificanti, ma che hanno finalmente la possibilità di indossare abiti adatti ad esaltare le loro curve e sinuosità e sentirsi libere di esprimere la grazia dell'essere donna, ignorando la dittatura della bilancia.

Un grande plauso a questa inversione di tendenza, che ci fa sperare di essere sulla strada giusta.

Per troppi anni i modelli femminili di riferimento sono state donne dalla taglia 38, magre da far paura e ossute da sembrare reduci da campi di lavoro.
Quanti danni fisici e psicologici ha prodotto la "moda" imperante del "magro a tutti i costi"? Tante le vittime: donne di tutte le età. Dalle adolescenti -  prigioniere dell'insicurezza tipica della loro età, che hanno innalzato barricate contro il cibo, spesso purtroppo con risultati drammatici- alle donne più adulte ossessionate dalla chirurgia estetica.

Stiamo voltando pagina. E allora, abbandoniamoci a questa estate del 2015 con la certezza di poterci  finalmente sentire belle già per il solo fatto di essere uniche

Godiamoci l'estate e la meritata vacanza, e rispettiamo  i nostri corpi, che con le loro perfette imperfezioni parlano di noi e della nostra vita.

Buona imperfezione a tutte!

 

 

Clicca "Mi piace" se ti è piaciuto quest post